Tra gli eventi principali che interessano Cinisi si piazza senza dubbio al primo posto il Carnevale, evento catalizzatore per centinaia di persone provenienti dai paesi limitrofi che ogni anno non mancano all'appuntamento con uno spettacolo di colori, musica e divertimento.
La paranoia quotidiana lascia il posto ad una vitalità irrefrenabile: le strade silenziose diventano scenario di gioia e di festa.
Il tradizionale ritmo di vita scandito da chiacchere con amici e passeggiate tra un caffè e l' altro viene bruscamente interrotto da una repentina ondata di visi nuovi che si mescolano con quelli conosciuti per trascorrere momenti di festa, ballando e travestendosi.

L' energia del Carnevale si manifesta sui cinisensi come una specie di epidemia, una febbre che contagia gli abitanti del paese con sintomi inconfondibili: grande necessità di divertimento, voglia di costruire opere d'arte mobili, voglia di assemblare materiali diversi, istinto incontenibile di muoversi e ballare.
E' un insieme di sorrisi e sguardi che s'incrociano.
Il Carnevale è una delle poche occasioni in cui la gente riesce a tirar fuori la gioia di vivere e la voglia di fare.
La festa continua anche a notte inoltrata nelle numerose sale da ballo allestite per l'occasione, dove è facile incontrare non solo giovani ma anche chi giovane non lo è più. L'ultima tappa di questa maratona del divertimento che include sfilate di carri allegorici, macchette, maschere, è il Carnevalone con il classico rogo del nanno a seguito della tradizionale lettura del testamento.

Non bisogna dimenticare che il paese basa buona parte della sua economia sulle attività agricole e pastorizie, a testimonianza di ciò nel mese di Maggio si svolge la sagra della ricotta durante la quale è possibile degustare ricotta locale ed altri prelibati prodotti caseari.
La sagra è l' occasione per avvicinare i giovani a questo genere di attività spesso trascurate e sottovalutate ma che in realtà rappresentano le originarie attività lavorative e produttive di Cinisi.


Per molti il 9 Maggio può rappresentare una data insignificante ma non per chi ha vissuto e continua a vivere a Cinisi.
Quel giorno si spegneva una stella tra le più brillanti, una stella che con la sua luce era capace di illuminare un paese buio, dalle persiane chiuse e dalle orecchie tappate.
La violenza ha ucciso Peppino ma non ha offuscato quella luce, non ha ucciso le sue idee che continuano a camminare e a crescere.
Dimostrazione palese della forza con cui gli ideali di Peppino sono stati recepiti dalle nuove generazioni è l'anniversario della sua morte, il 9 Maggio: una evento che ogni anno richiama gente proveniente da ogni parte d' Italia.

                 
vieni a scoprire il carnevale di cinisi rodolfo resterai per sempre nei nostri cuori Fabrizio De Andre - poeta immortale 11 settembre 2001 - per non dimenticare Postcards by Nakata Impastato.com firma il guestbook di Nakata Impastato